Numero 59

Anno 15° Numero 59
GIUGNO - AGOSTO 2017

 

RIELEZIONE CONSIGLIO DIRETTIVO:

Il Giorno 26 marzo scorso, si è tenuta l’assemblea elettiva dei soci. La presenza a questo importante momento associativo a mio parere è stata scarsa. Comprendo benissimo che ognuno di noi ha numerosi impegni e bisogna inevitabilmente darsi delle priorità; credo però che con un piccolo sforzo da parte di qualcuno, avremmo potuto essere presenti in maggior numero. Tuttavia sono profondamente riconoscente a chi all’assemblea è stato presente e giustifico chi a causa d’impegni improrogabili e fondamentali, proprio non ha potuto partecipare. In ambito assembleare è stata letta la mia relazione e se qualcuno ne volesse ricevere copia, può richiederla o al sottoscritto o alla segreteria.

Come avrete potuto vedere, rispetto al direttivo uscente, dieci dei consiglieri sono stati rieletti e sono entrati a far parte del nuovo direttivo tre nuovi candidati. Ringrazio di vero cuore per il loro operato trascorso all’interno del direttivo Martinelli, Merlini e Stella, i quali sono certo, continueranno a dare il loro apporto all’associazione.
Rinnovo la mia esortazione ai consiglieri rieletti affinché non mi facciano mai mancare il loro apporto e sostegno a condurre la nostra associazione. Do il ben venuto ai nuovi entrati, di cui Pasinetti di fatto è un rientro importante mentre Cortinovis e Navarra sono genitori di nostri piccoli soci che desidero sperare un giorno, prendano le redini di Omero Bergamo. Auspico che dall’intero direttivo possano nascere nuove idee, per avvicinare sempre più soci e che questi si sentano sempre più partecipi delle nostre iniziative. Rivolgo inoltre l’appello a tutti i soci; ricordandovi che l’associazione Omero Bergamo è anche vostra nella stessa percentuale, suddivisa tra tutti gli iscritti. Quindi vi esorto a essere sempre più presenti e attivi e a chiedere o dare consigli al direttivo affinché si possa tutti insieme migliorare.

Dario Merelli

ANDIAMO TUTTI, DOVE? ALLA FESTA DI OMERO!

Certo, dal 21 al 25 giugno 2017 l'Associazione organizza la tradizionale festa popolare a Pedrengo e noi vogliamo partecipare perchè è la nostra festa, quella dei nostri iscritti e ci sentiamo a casa nostra. Anzi, bisogna impegnarsi ad organizzarla bene e a gestirla, ma soprattutto, dobbiamo fare in modo che Vi partecipi più gente possibile: amici, parenti, conoscenti, va bene... Sono cinque serate da sfruttare al meglio per raccogliere il più possibile in termini di incassi e poi, quanto rimarrà di utile, servirà a finanziare le attività dell'Associazione Omero a qualsiasi livello.

Il programma, oltre alla cucina e al bar (aperti tutte le sere e la domenica a mezzogiorno), prevede:

  • mercoledì 21 – ore 20,45 “LATIN SPACE”
  • giovedì 22 – ore 20,45 “ANDERS & Stup Show Cover band 360°” Con la presenza di ONEY TAPIA vincitore di “Ballando con le Stelle”
  • venerdì 23 – ore 20,45 “Non solo liscio”
  • sabato 24 – ore 20,45 Tributo a Zucchero con “L’URLO”
  • domenica 25 – ore 20,45 Serata danzante con “MONSTER COUNTRY GROUP”

L'appuntamento particolare per i nostri piccoli Soci, invece, è per sabato 24 alle ore 15 e ci sarà da divertirsi con vari giochi insieme ai meravigliosi animatori e volontari...

La festa a Pedrengo, in Via Piave, area festa degli alpini, ai margini di un bel parco, è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici: linea A.T.B. 5E fino alle ore 22,50 circa. Con i mezzi privati, invece, è molto più semplice: coloro che arrivano da Bergamo, superato il ponte di Gorle, si gira a destra al semaforo e, poco dopo il cimitero, sempre sulla destra, c'è la festa; coloro che arrivano, invece, dalla zona: Seriate, Albano S. Alessandro, Trescore B., Sarnico, ecc, si passa davanti all'Iper, si supera il cavalcavia, si prende il viale Kennedy e alla rotonda dopo la pasticceria Florian, si va verso Bergamo e, superato il parco che si trova sulla sinistra, si entra alla festa.

Vi abbiamo detto tutto: il periodo dal 21 al 25 giugno, il programma delle cinque sere, l'appuntamento per i bambini e i ragazzi, che ci sarà sempre da mangiare e da bere, compreso il pranzo di domenica, allora Vi aspettiamo...

Alessandro Belotti


MONTAGNA:

Domenica 23 aprile si è effettuata la prima escursione della stagione. Un gruppo di circa 15 persone ha raggiunto il rifugio Gherardi dove qui grazie alla bella giornata hanno potuto consumare il loro pranzo al sacco. Tra gli accompagnatori c’era anche il nuovo arrivato Sperandio che ci aiuterà anche per le prossime escursioni. Raggiunto telefonicamente da me qualche giorno dopo si è mostrato molto contento dello spirito del gruppo Omero. Sono in programma altre uscite per giugno che stiamo pianificando. Ci piacerebbe grazie alle nostre guide conoscere nuovi itinerari per poter scoprire sempre di più le nostre bellissime valli.

Lorenzo


NUOTO ADULTI:

Con il mese di maggio si concluderà il corso nuoto adulti che come tutti gli anni è risultato positivo anche se ci sono state dei ritiri da parte di un paio di corsisti. Per l’anno prossimo contiamo di avere nuove adesioni visto i vari pensionandi di quest’anno... (ogni riferimento è puramente casuale). Grazie al lavoro di Giacomo abbiamo ancora tutti migliorato le nostre prestazioni tanto vero che la responsabile del nuoto bambini Ida, ha ritenuto che potessimo partecipare alla nostra prima gara di nuoto. Ci siamo allenati tutti i mercoledì ognuno con il proprio stile per arrivare carichi al meeting di Dalmine del primo maggio che per noi è stata una giornata indimenticabile sotto vari punti di vista anche perchè abbiamo gareggiato insieme ai nostri bambini Omero.

Dopo questa esperienza Ida ha voluto puntare ancora più in alto e con nostro grande piacere ci ha proposto la traversata sul lago di Endine che noi abbiamo subito accettato, all’inizio un po’ timorosi perchè sicuramente le condizioni ambientali sono diverse rispetto alla piscina, ma poi man mano che i giorni passavano abbiamo creduto nelle nostre possibilità.

Sabato 20 maggio qualcuno di noi ha fatto la prova nel lago di Iseo accompagnati da volontari e con le mute abbiamo sfidato l’acqua fredda. Ora aspettiamo con ansia l’evento che si terrà venerdì 2 giugno al lago di Endine.

Ringrazio anche a nome degli altri corsisti il nostro coach Giacomo e i nostri volontari Felice e Cristiana che da anni pazientemente ci aiutano in tutto questo.

Lorenzo

 

Il giorno di nuoto

Il giorno di nuoto è stato stupendo. Prima di iniziare a nuotare ho avuto un piccolo attacco d'ansia poi mi sono fatta coraggio e con Ida e Giacomo sono andata dai ragazzi che mi hanno indicato il numero della corsia.

Ho fatto dei respiri profondi e quando hanno detto il mio nome, ho preso tutto il coraggio che avevo e mi sono tuffata dolcemente; al suono della tromba sono partita a dorso e sono arrivata seconda dopo Camilla. Quando sono uscita dalla piscina ero molto ma molto felice e tutti mi hanno detto che ero stata bravissima e non c'erano motivi per l'attacco d'ansia. Infine siamo andati all'oratorio per il pranzo e durante la premiazione ho saputo di aver vinto tre medaglie e Fulvio una. Baci a tutti da Vanessa Sala " " Aramata sei bella come un miracolo accaduto a Natale”.

Walter ti ringrazio, tu sei un angelo per me , non ti scorderò mai. Fulvio Sala

 

Le emozioni che ho provato lunedì

Lunedì 1 maggio è stata una giornata molto bella perché fare le gare con i miei pari è stata un’emozione indimenticabile. All’inizio ero contrario all’idea di andare perché avevo paura di vedere gli altri uguali a me, cioè con il mio stesso problema visivo o anche peggio. Però quando mi sono trovato in piscina ho visto intorno a me persone speciali, allegre e divertenti, desiderosi di partecipare ad una cosa bella. E questo mi ha provocato a mettermi in gioco fino in fondo seriamente fino a voler vincere! La vittoria l’ho dedicata a mio nonno che non c’è più. Sono tornato a casa felice ed orgoglioso per questo.

Daniel Runco

La mia prima gara di nuoto è stata per me una grande prova di coraggio, resistenza fisica e concentrazione; sentire l’applauso del pubblico mi ha dato tante emozioni.
GRAZIE OMERO

Simone Carmona


Lezione di storia antica ed esplorazione di ambienti Romani per i piccoli bambini di Omero domenica 21/5.

I piccoli archeologi sono stati al museo Cavellas di Casazza per una visita alle antiche rovine sotterranee, accompagnati ciascuno dalle guide esperte e gentilissime del museo a scoprire reperti, modi di vivere, usanze degli antichissimi abitanti della Val Cavallina.

I bambini sono stati coinvolti e si sono dimostrati curiosi ed interessati, hanno potuto ascoltare le descrizioni delle guide, ma soprattutto toccare utensili, oggetti, reperti che riproducevano gli oggetti e i modi di vivere di 20 secoli fa, dai piatti, alle statuette, ai piccoli oggetti domestici presenti al museo, scoprendo i vari insediamenti che in epoche successive si sono sovrapposti nel luogo dei ritrovamenti. SI è spiegato come vivevano, cosa mangiavano, come erano le abitazioni e come sono cambiate nel tempo, e come poi tutto sia “sparito” in poco tempo, e rinato nel secolo scorso.

Sicuramente la Storia del villaggio, sommerso probabilmente da una alluvione del VI secolo ha colpito i bambini, che hanno fatto tantissime domande e si sono appassionati notevolmente per tutto quello che potevano esplorare. Alla fine, sotto un rumore di temporali ed incendi, che simulavano la fine del villaggio di Cavellas, ci siamo tutti messi con le mani nell'argilla, all'opera per ricostruire le cose toccate e viste in questo pomeriggio, diventando antichi scultori e vasai, e cercando di immedesimarsi in quei bambini, simili ma diversi nel tempo, che frequentavano le scuole del luogo.

Naturalmente tanta attenzione e fatica è stata poi ricompensata da una ottima merenda tutti assieme!

Mauro Navarra


TORBALL

Il Giorno 4 marzo scorso, nei palazzetti dello sport di Grumello del Monte e Villongo, si è disputato il 26° torneo internazionale di torball Valcalepio “Memorial Gaetano Cortinovis”. Il torneo di grande spessore internazionale, anche quest’anno ha visto la partecipazione di dodici formazioni tra le più blasonate d’Europa. Nella prima fase le dodici squadre sono state divise in due gironi da sei, e si sono affrontate nelle cinque partite di qualificazione alla fase successiva, nei rispettivi palazzetti di Grumello e Villongo. Le prime tre hanno poi giocato a Villongo la fase finale, con la formula che ha previsto il passaggio del primo turno portando con sé i punti maturati negli scontri diretti con le altre due squadre. Hanno quindi giocato contro le altre tre formazioni provenienti dall’altro girone, andando così a delineare una classifica dove la quinta e la sesta hanno giocato per il quinto posto. La prima ha giocato contro la quarta, la seconda contro la terza per le partite di semifinale. In fine le vincenti si sono affrontate per il titolo e le perdenti per il terzo posto. A Grumello del Monte si sono giocati gli incontri delle altre sei formazioni per definire la classifica dal 7° al 12° posto.

Omero ha schierato due squadre, le quali si sono classificate entrambi alla seconda fase, ed hanno poi raggiunto anche le semifinali. Omero Bergamo A sconfiggendo ai rigori la formazione di Trento si è qualificata per la finale contro Innsbruck che ha battuto Omero Bergamo B. In finale poi Omero Bergamo A si è aggiudicata per la settima volta l’ambitissimo titolo sconfiggendo Innsbruck con il risultato di sette a quattro. Complimenti quindi ai giocatori Christian, Dario, Gennaro e Natale, guidati dall’allenatore Gabriele. Complimenti anche a Omero Bergamo B che classificandosi al 4° posto di questo prestigioso torneo, ha legittimato la possibilità di ben competere nella prossima edizione del campionato italiano di serie A, conquistata con la promozione avvenuta a febbraio. Bravi dunque ad Albino, Claudio, Igor, Mario e Lorenzo seguiti in panchina da Domenico. Ecco di seguito la classifica finale del torneo:

Omero Bergamo A, davanti nell’ordine a Innsbruck, Trento, Omero Bergamo B, Bolzano, Colosimo Napoli, Nizza, Reggina, Anversa, Monza Brianza, Bologna e Salisburgo.

Il torneo si è poi concluso con quello che ormai è definito terzo tempo, e vale a dire l’eccellente cena consumata tutti insieme presso il ristorante il Fontanile di Gandosso. Tantissimi anche per quest’anno gli elogi da parte delle squadre partecipanti, che sono andati interamente ad Alessandro che è l’organizzatore di questo evento. Alessandro poi ha ringraziato giustamente tutti coloro i quali hanno permesso la pianificazione di questo importante torneo e vale a dire: i volontari, le squadre partecipanti, gli arbitri, le amministrazioni comunali, i medici, la croce rossa, gli sponsor e la Regione che quest’anno ha patrocinato il torneo con un contributo economico. Si spera come ogni anno, nella possibilità di poter organizzare anche l’anno prossimo questo torneo che è uno tra i più importanti tornei di torball a livello europeo. Ci si augura innanzitutto che ci possano essere le condizioni economiche per poterlo realizzare.

Nei giorni 8 e 9 aprile a Bergamo, nella palestra dell’istituto tecnico Vittorio Emanuele di via Angelo Maj, è andata in scena la fase finale di coppa Italia di torball 2016 2017. A novembre si erano qualificate dal girone nord Omero Bergamo, Trento e Picena Ascoli, mentre dal girone sud Augusta Siracusa, Colosimo Napoli e Paideia Campobasso. Sabato pomeriggio si è giocata la seconda fase che ha delineato la seguente classifica:

ASD OMERO BERGAMO 12, GSD COLOSIMO NAPOLI 10, GSD NV. TRENTO 9, ASD AUGUSTA NO.VE 9, ASD OLIMPIA PAIDEIA 3 e ASD POL. PICENA NV. 0.

Domenica mattina quindi si sono giocati gli incontri di semifinale tra la prima e la quarta e la seconda classificata contro la terza. Omero Bergamo A, è incappata in una mattinata no ed ha perduto malauguratamente l’incontro con la formazione isolana dell’Augusta Siracusa con il punteggio di due a tre. Colosimo Napoli ha sconfitto Trento con il risultato di tre a due. La coppa Italia 2016 2017 se l’è aggiudicata la formazione campana del Colosimo Napoli, che nella finale giocatasi al meglio dei tre incontri, ha sconfitto Augusta Siracusa, battendola nel primo incontro ai rigori dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi in parità quattro a quattro e nel secondo incontro con un repentino, sei a due. Complimenti alla squadra Napoletana che ha riportato la coppa a Napoli, sottraendola a Omero Bergamo che l’aveva conquistata nella passata edizione.

Nei Giorni 22 e 23 aprile, la nostra socia Mariateresa Bettineschi in prestito con la squadra di torball Bolzano femminile; ha giocato a Campobasso e ha conquistato per l’ennesima volta il titolo italiano. Complimenti vivissimi a Mariateresa.

In Questi ultimi mesi siamo stati frequentemente chiamati nelle scuole, a portare il nostro progetto che prevede una dimostrazione pratica di torball in palestra. Ci rechiamo all’istituto scolastico in pulmino con la nostra attrezzatura per montare il campo di gioco (tappetini, paletti, cordicelle e palloni), evitiamo di montare le porte poiché diverrebbe troppo impegnativo. Prima ci presentiamo agli studenti e intraprendiamo un discorso inerente, la cecità e l’ipovisione. Promuoviamo prevenzione alle patologie degli occhi e stimoliamo i ragazzi a porci qualsiasi tipo di domanda. Di seguito giochiamo noi una partita di torball spiegando le regole principali e poi a scendere in campo a turno sono proprio loro, naturalmente con le bendine oculari. Dopo che tutti hanno provato, spesso li sfidiamo in una partita, dove noi giochiamo con le mascherine scure e loro a occhi liberi. Tranne rare occasioni, normalmente la partita la vinciamo noi con lo stupore degli stessi ragazzi che avrebbero scommesso il contrario. Prima di salutarci raccogliamo le loro impressioni e rispondiamo alle loro numerose domande, che adesso si sono fatte più fitte e talvolta anche pungenti. Noi rispondiamo senza alcun problema e anzi, diciamo loro di raccogliere ulteriori domande da porci nei giorni successivi e che il loro insegnante ci invierà per posta elettronica e alle quali poi noi risponderemo. Quando lasciamo la scuola, siamo certi di aver lasciato anche in questi ragazzi qualcosa di buono e soprattutto da oggi sapranno che anche i ciechi e gli ipovedenti sono persone normali e che hanno una loro vita sociale normale.

GOALBALL

Nei giorni 29 e 30 aprile, è iniziato il campionato italiano di goalball stagione 2016 2017. Si è giocato a Bolzano, dove si sono recate tutte le sette formazioni iscritte; Bolzano, Colosimo Napoli A, Colosimo Napoli B, l’Aquilone l’Aquila, Omero Bergamo A, Omero Bergamo B e Under ventidue, ogni formazione ha disputato due incontri sabato pomeriggio e due domenica mattina. Omero Bergamo A si è presentata con i giocatori Christian, Filippo, Dario e Gennaro con il tecnico Francesco. Omero Bergamo B con Claudio, Giulio, Igor, Mario Locatelli, Mario Frison e Massimo Bernardi con l’allenatore Rocco. Omero Bergamo A si è aggiudicata i quattro incontri, mentre Omero Bergamo B ne ha vinti due e persi due.

Le squadre sono tornate in campo nei giorni 13 e 14 maggio a l’Aquila e tutte hanno disputato anche in quest’occasione due incontri il sabato pomeriggio e due la domenica mattina. Omero Bergamo A Oltre ai giocatori già schierati la prima di campionato, ha inserito in formazione Giuseppe Vitale chiesto in prestito dalla società Paideia di Campobasso. Omero Bergamo B si è recata nella località abruzzese senza il bomber Claudio e l’allenatore Rocco occupati da altri impegni. I risultati del campo sono stati altamente negativi per Omero Bergamo B che ha perduto tutti i quattro incontri. Omero Bergamo A, ha vinto tre incontri e a perso però il primo dei due scontri diretti contro la rivale principe titolata a difendere lo scudetto conquistato nella passata stagione sportiva. Il risultato è stato di dieci a cinque a favore di Colosimo Napoli A, che si è dimostrata una formazione ostica e ben organizzata in difesa. Omero Bergamo A viceversa ha accusato proprio nella sua difesa le lacune più importanti; sia pur avendo un attacco forte, non è riuscita a far breccia nelle maglie difensive napoletane e innervosendosi ha poi dato modo ai campani di offendere a loro volta. Non tutto è ancora compromesso, poiché si giocherà il tutto per tutto proprio nell’ultimo incontro del campionato a Bergamo il giorno 28 maggio. Omero Bergamo A dovrà necessariamente sconfiggere la formazione del Colosimo con una differenza reti superiore ai cinque gol di scarto. L’impresa non sarà certamente facile, però nemmeno impossibile. Sarà indispensabile mantenere la calma, mantenere una concentrazione massima dal primo all’ultimo minuto di gioco, attaccare senza rischiare di commettere falli d’attacco e avere anche un pizzico di fortuna che a l’Aquila è mancato.

Francesco e Dario sono sempre impegnati con la Nazionale di goalball, il primo come selezionatore e il secondo come preparatore della formazione azzurra. Nei giorni 11 e 12 marzo la Nazionale si è recata in Ungheria a Budapest per il secondo dei tre appuntamenti del torneo denominato Middle europeo comprendenti le nazionali di: Italia, Slovenia, Montenegro, Romania e Ungheria. Tra i sei giocatori convocati da Francesco anche il nostro giovane e promettente Christian, che si è ben comportato.

Nei giorni 22 e 23 aprile abbiamo pianificato a Pedrengo un collegiale della nazionale di goalball e tra gli otto convocati, oltre a Christian è stato chiamato il nostro giovanissimo Filippo che è dunque ufficialmente entrato a far parte della rosa degli atleti d’interesse nazionale. Anche Filippo ha dimostrato di possedere doti attitudinali alla disciplina del goalball.

Infine nei giorni 20 e 21 maggio a Pedrengo (BG), si è giocata la terza e ultima fase del torneo “Middle europeo”. Anche in quest’occasione è stato convocato Christian che sta dimostrando sempre più la plausibilità, di poter essere presente nella rosa dei giocatori che a settembre, con la nazionale italiana disputerà gli europei in Moldavia. Questo middle europeo se lo è aggiudicato la Slovenia che ha sconfitto l’Ungheria in finale. L’Italia dopo aver perso la semifinale contro l’Ungheria ha poi battuto la Romania per la terza piazza. Al quinto posto si è classificata la formazione Montenegrina.

Dario Merelli


MIDDLE EUROPE GOALBALL LEAGUE

La lunga marcia di avvicinamento alle paralimpiadi di Tokio 2020 è iniziata e la nazionale italiana di goalball si sta delineando nelle mani del tecnico Francesco Gaddari e del preparatore Dario Merelli, due bergamaschi tosti ed esigenti che lavorano sui pochi atleti disponibili.

La FISPIC, Federazione di riferimento, ha accolto positivamente la proposta del tecnico Gaddari di costituire un gruppo di nazionali per alzare il livello dei nostri atleti. Hanno accolto la proposta le nazionali di: Montenegro, Romania, Slovenia, Ungheria ed Italia; la Slovenia è nel gruppo di serie A, l'Ungheria in quello di serie B e le altre tre in quello di serie C.

Il confronto con formazioni più forti sono uno stimolo a migliorare e, soprattutto, un esempio da imitare. I margini di miglioramento della nostra giovane nazionale sono notevoli, quindi, è giusto che si confronti con squadre meglio attrezzate tecnicamente e fisicamente per crescere e per tornare ad essere una delle "grandi" nel panorama internazionale.

Durante la manifestazione sono intervenuti: il presidente nazionale della FISPIC Sig. Sandro Di Girolamo ed il sindaco di Pedrengo Sig. Gabriele Gabbiadini.

La FISPIC, ovviamente, ringrazia l'A.S.D. Omero Bergamo e l'Amministrazione comunale per l'organizzazione e l'impegno profuso in questa importante manifestazione, in particolare, la giunta di Pedrengo che ha concesso il patrocinio ed un contributo per l'iniziativa.

In settembre l'Italia sarà chiamata a fornire una prestazione di notevole spessore in Moldavia: dal 4 al 9 è in programma il campionato europeo di serie C e l'obiettivo è di qualificarsi per il campionato di serie B e sarebbe il primo passo per infondere fiducia e per migliorare il morale della squadra, ancora con periodi di amnesie e di sbandamento, situazioni che compromettono la scalata verso l'alto.

Alessandro Belotti

Altro in questa categoria: « Numero 58 Numero 61 »

Contatti OMERO

logo omerobg+39 035 249 208
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pagina facebook

UICI BERGAMO

logo uici bergamoLa nostra sede è ubicata presso la Sezione Provinciale dell'UICI
uicibergamo.org

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Please wait

logo omerobg